Home Page

Home Page

Community

FacebookYoutubeTwitter
Banner

Ultime notizie Snals

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Esami di Stato

Il MIUR ha emanato i decreti
relativi allo svolgimento
delle prove degli esami
di Stato conclusivi dei
corsi di studio di
istruzione secondaria
di II grado e alle materie
della seconda prova scritta

Estero

Emanazione delle disposizioni
relative all'aggiornamento
delle graduatorie permanenti
dei Docenti, DSGA e
Assistenti amministrativi
da destinare all'estero

Nazionale

Occorre intervenire concretamente, dedicare risorse adeguate,
dare valore alle sinergie
necessarie, estendendo
su tutto il territorio
nazionale la nostra scuola
dell'infanzia e sostenendo la diffusione di servizi
educativi di qualità
per la prima infanzia

Contingente NOMINE IN RUOLO diviso per Regione
Venerdì 03 Luglio 2015 07:52

Il prossimo adempimento sarà la ripartizione del contingente nelle varie PROVINCE

ABRUZZO
BASILICATA
CALABRIA CAMPANIA
E.ROMAGNA FRIULI
LAZIO LIGURIA
LOMBARDIA MARCHE
MOLISE PIEMONTE
PUGLIA SARDEGNA
SICILIA TOSCANA
UMBRIA VENETO
 
DDL SCUOLA: MANIFESTAZIONE UNITARIA A PIAZZA MONTE CITORIO IL 7 LUGLIO
Mercoledì 01 Luglio 2015 17:04

Trascriviamo di seguito la nota unitaria con l’invito a partecipare al sit in che si terrà il prossimo 7 luglio alle ore 16,00 in Piazza Monte Citorio:


Roma, 1 luglio 2015

Prot. n. /2015 – flccgil – ML/ab

Alle strutture regionali e territoriali

In coincidenza con il dibattito alla Camera sul DDL Scuola, il giorno 7 luglio, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda del Lazio e di Roma, hanno organizzato un sit-in alle ore 16,00 in P.zza Montecitorio.  Data la rilevanza dell’iniziativa, si auspica l’ampia partecipazione di delegazioni provenienti dalle altre province d’Italia.

Cordiali saluti

Il Segretario Organizzativo FLC CGIL(Maurizio Lembo) Il Segretario Organizzativo CISL SCUOLA (Lena Gissi)Il Segretario Organizzativo UIL SCUOLA (Pino Turi) Il Segretario Organizzativo SNALS (Achille Massenti) Il Segretario Organizzativo GILDA UNAMS (Massimo Quintiliani)

 
COMUNICATO STAMPA: DISPONIBILITA’ POSTI ED ESUBERI PERSONALE DOCENTE
Mercoledì 01 Luglio 2015 08:15

Pubblichiamo le disponibilità di posti e gli esuberi, dopo i trasferimenti, riguardanti l’organico di diritto del personale docente riferito all’a.s. 2015/16. Il dato costituisce una guida orientativa utile in vista del piano straordinario di immissioni in ruolo. Da considerare l’effettiva presenza di graduatorie attive e delle immissioni in ruolo che dovrebbero riguardare gli idonei al concorso 2012. Ad oggi non sono note le modalità operative e gli adempimenti che dovranno essere messi in atto dagli aventi titolo in attesa della conversione in legge del ddl in terza lettura alla Camera dei deputati che inizierà (e si concluderà) il prossimo 7 luglio. Il sindacato,come si legge in altro file pubblicato nel nostro sito www.snalsrieti.com continuerà nella protesta, per tutto quello che concerne il resto dell’impianto normativo, lo SNALS reatino sarà in piazza Montecitorio in quei giorni. Si allegano le tabelle con i posti disponibili il totale riferito alla nostra provincia è di 177 tra scuola comune e sostegno. Per quanto riguarda il personale ATA sono ancora in corso gli incontri tra MIUR e OO.SS per definire le consistenze di organico. Nei prossimi giorni torneremo su questo argomento. Per ulteriori dettagli la sede dello SNALS-CONFSAL di Rieti è a disposizione. IL SEGRETARIO PROVINCIALE (Prof. Luciano Isceri)

DISPONIBILITA' ESUBERO

 
La Protesta Continua!
Martedì 30 Giugno 2015 07:35

Continua la protesta contro l'aggressione alla scuola pubblica di un Governo che non ci rappresenta. Il 7 luglio alla Camera sarà varata definitivamente la riforma della scuola. Noi saremo in piazza Montecitorio a far sentire ancora una volta la nostra e la vostra voce di protesta. Vi aspettiamo in piazza Montecitorio abbiamo bisogno della presenza di tutti dobbiamo far capire che non ci sentiamo sconfitti e che la nostra battaglia continua............



 
SENTENZA RICORSO PRECARI: ENNESIMO RINVIO DEL TRIBUNALE DI RIETI
Lunedì 29 Giugno 2015 09:36

Ci rimane francamente difficile spiegare agli interessati che,trascorsi oltre 4 anni dalla presentazione del ricorso per la stabilizzazione e risarcimento del danno in favore del personale della scuola, l'ennesimo rinvio da parte del foro di Rieti a fronte di una giurisprudenza ormai consolidatasi nel tempo.Alleghiamo per completezza di informazione l'odierna ordinanza alla quale dobbiamo adeguarci nostro malgrado impegnandoci comunque a seguire costantemente l'iter giudiziale.

RINVIO AZIONE 38 PRECARI (cliccare)

 
INSIEME PER UNA LOTTA CONDIVISA
Sabato 27 Giugno 2015 15:30
Si è consumato l'ultimo gravissimo atto di arroganza di un governicchio autoritario e mai autorevole che ha ottenuto la fiducia del senato perdendo per sempre quella della Scuola. Da oggi sarà caos per adottare una legge inapplicabile ed incostituzionale. A settembre, ancora insieme, faremo di tutto per contrastarla nei collegi docenti nei tribunali ed ancora sulle piazze. Noi saremo qui tutta l'estate anche per preparare un autunno "caldo". Non perdiamoci di vista! Grazie. Luciano Isceri Segretario provinciale SNALS Rieti.
 
ORGANICI PERSONALE ATA
Sabato 20 Giugno 2015 03:19

Si è avviata al MIUR la concertazione di una prima fase inevitabilmente interlocutoria in attesa dell’esito dell’incontro a livello politico richiesto e di cui non è stata ancora fissata la data. Sono stati forniti dati non definitivi relativi allo sviluppo a livello regionale delle nuove tabelle riguardanti i profili professionali di collaboratore scolastico e assistente amministrativo interessati dalla riduzione degli organici prevista dalla legge di stabilità 2015, per verificarne, come richiesto dalla nostra delegazione nel precedente incontro, la distribuzione rticolata a livello territoriale. Da questa prima analisi sono emerse forti discordanze in relazione alla differenza tra ipotesi di organico regionale previsto e quello derivante dallo sviluppo delle tabelle. Sono state fornite due ipotesi di simulazione: una  che non tiene conto della variazione degli allievi per l’a.s. 2015/16 e l’altra che tiene, invece, conto anche di questo elemento. E’ emerso l’orientamento di sviluppare una ipotesi che tenga conto, pur nella necessaria gradualità, sia del riequilibrio distributivo sia dell’andamento delle iscrizioni. La delegazione dello SNALS-CONFSAL nel suo intervento ha, in premessa, ribadito  di ritenere inaccettabile la determinazione di un organico in contrazione che è basato sull’applicazione di nuove tabelle che non hanno espletato il loro iter di approvazione. Nel merito della bozza di organico illustrata la nostra delegazione ha, tra l’altro, sostenuto:

  • l’opportunità di procedere ad un graduale riequilibrio tra le diverse situazioni regionali e di tener conto dell’andamento delle iscrizioni, ovviamente con la necessaria gradualità e senza generare eventuali nuove situazioni di esubero;
  • la necessità che eventuali ipotesi di modifiche dopo disamina con MEF presuppone un nuovo passaggio di “informativa sindacale”;
  • la non accettabilità della previsione, in caso di  abbinamento di sedi sottodimensionate, dell’affidamento a un DSGA di ruolo dell’obbligo di non ispirarsi nella scelta a garantire le necessarie condizioni di funzionalità delle istituzioni scolastiche bensì solo a tener conto di un eventuale aggravio di spesa;
  • la richiesta  di immediata attivazione delle procedure  (emanazione direttiva) per la sessione negoziale necessaria per estendere anche agli anni successivi al 2014/15 l’indennità mensile (214 euro lordi mensili) prevista dal CCNL 10/11/2014 ai DSGA che dovranno operare su due istituzioni scolastiche  ;
  • l’assoluta necessita che sia  esplicitamente previsto, anche con riferimento alle competenze del direttore regionale sull’ utilizzo del personale esternalizzato, sia il coinvolgimento nel piano finalizzato ad ottimizzarne l’impiego dei rappresentanti degli enti e dei consorzi delle OO.SS. del comparto, sia che  “il personale esterno all’amministrazione non può essere utilizzato in punti di erogazione del servizio che in precedenza non fruivano di servizi esternalizzati”.

La fase di concertazione dovrebbe concludersi con un prossimo incontro ipotizzato per giovedì 25 c.m. NOMINA IN RUOLO PERSONALE ATA: Nel corso dell’incontro, l’amministrazione ha ufficializzato che, in data 11 giugno, ha chiesto l’autorizzazione a procedere per il prossimo anno scolastico all’immissione in ruolo, a copertura del turnover, di 6.243 unità di personale ATA tra i diversi profili e 46 unità di educatori.

 
ULTIMISSIMA:Ddl Scuola, stop in Commissione al Senato. Ufficio di Presidenza convocato per oggi alle 14.30
Mercoledì 17 Giugno 2015 11:21

Repentino cambio di passo al Senato ,la prevista seduta del pomeriggio della Commissione Istruzione al Senato è stata annullata al suo posto è stato convocato un ufficio di presidenza per le 14,30 al fine di delineare il prosieguo dei lavori.All'indomani delle dichiarazioni di Renzi sul drastico taglio degli emendamenti si è immediatamente delineata la posizione dei relatori e del presidente della commissione che si sono allineati alla linea del governo e reiterato la richiesta di ritiro della "gran parte delle proposte di modifica, che significa il 90 per cento degli emendamenti". La riunione di Commissione di questa mattina non ha proceduto ad alcun voto, la presidenza ha annullato la seduta del pomeriggio e convocato un ufficio di presidenza per le 14,30 al fine di delineare il prosieguo dei lavori. Ricordiamo che la maggioranza ha numeri risicati in Commissione: 15 a favore e 12 contrari, ma tre senatori della maggioranza (Mineo e Tocci e il senatore a vita Rubbia sono in dubbio e hanno manifestato critiche nei confronti del provvedimento). Si delinea quindi quanto era stato chiesto ed auspicato dallo SNALS nel corso dell’assemblea dibattito del 12 giugno con le forze politiche di opposizione al Senato convenute. Intanto oggi alle ore 17 tutti in Piazza al Pantheon a Roma per continuare la protesta. Noi ci saremo! E voi?

 
I PRECARI NON DEVONO PAGARE LE TENSIONI DEI PARTITI
Mercoledì 17 Giugno 2015 10:06

LO SNALS-CONFSAL RINNOVA LA RICHIESTA DI UN PROVVEDIMENTO D’URGENZA PER L’AVVIO DELLA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE CON LE ASSUNZIONI PROMESSE CHE DEVONO COSTITUIRE LA BASE DEL PIANO PLURIENNALE necessario per la soluzione definitiva del problema del precariato in tutte le diverse tipologie esistenti, sia per docenti che ATA, prima dell’avvio di un sistematico reclutamento con le ordinarie procedure concorsuali. Se si segue questa strada è accettabile e, probabilmente,  utile una breve pausa di riflessione per arrivare, eliminato lo scoglio della stabilizzazione di tutti i precari, a una riscrittura del testo che porti a superare le criticità attuali legate soprattutto agli aspetti della legge per quegli aspetti che riguardano:

  • i “superpoteri” ai dirigenti scolastici con la chiamata diretta dei docenti e “potere” salariale;
  • una gestione della scuola che mette a rischio la libertà di insegnamento, depotenzia le competenze del collegio dei docenti e del consiglio di stituto annullando, di fatto,  la collegialità;
  • l’introduzione un sistema di valutazione inaccettabile nelle forme e nei contenuti;
  • l’invasione da parte della legge di aspetti prettamente contrattuali;
  • la mancata previsione dell’avvio del  rinnovo contrattuale.

Il Presidente del Consiglio non può non tener conto che l’opposizione al testo proposto non nasce da aspetti categoriali e corporativi, ma ha unito in una protesta dalle dimensioni mai viste personale della scuola (docenti, ATA, di ruolo e non di ruolo e parte dei dirigenti scolastici), studenti, famiglie e lo stesso mondo accademico. Se le proposte non troveranno un sostanziale accoglimento la mobilitazione continuerà mettendo a rischio non solo il regolare inizio dell’anno scolastico, ma anche il suo intero andamento.

 
LA GIUSTA ATTENZIONE ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA – COMUNICATO DEL COORDINAMENTO
Martedì 16 Giugno 2015 09:07

Trascriviamo il comunicato del Coordinamento Nazionale per le politiche dell’infanzia e della sua scuola

La giusta attenzione alla scuola dell'infanzia

La scuola dell'infanzia, secondo il dettato costituzionale, costituisce il primo fondamentale segmento del percorso educativo di crescita e sviluppo della persona, saldamente ancorato all'intero sistema nazionale dell'istruzione. Appare urgente e prioritario restituire alla discussione parlamentare il confronto sulla funzione sociale culturale e pedagogica della scuola dell’infanzia nell’ambito del Ddl ora in discussione al Senato. Si tratta di materia - afferma il Coordinamento - che respinge l'esercizio di deleghe in bianco, esposte ad interessi e pressioni estranee alla storica funzione sociale  e pedagogica. Nella sua condizione di interfaccia con il sistema dei servizi per l'infanzia e, ancor più, con l'intero percorso di formazione nel primo e nel secondo ciclo di studi, la scuola dell'infanzia assume un ruolo strategico nel quadro di un reale rilancio degli impegni da assumere nel Paese per la scuola. Il bagaglio di storia, esperienza, rilevanza del segmento nel panorama pedagogico internazionale richiede una riflessione aperta, serena e libera, da condurre in sedi legislative appropriate, senza condizionamenti. Il Coordinamento, come più volte ribadito, chiede di aprire una discussione parlamentare che affronti complessivamente gli aspetti professionali e pedagogico-didattici avendo a riferimento la generalizzazione dell'offerta formativa destinata ai bambini dai tre ai sei anni, la piena attuazione dell'autonomia didattica organizzativa, che pone al centro bambini quali soggetti portatori di diritti, ricchi di potenzialità, espressione di specifiche istanze educative, a cui la prima esperienza scolastica deve fornire basilari strumenti e condizioni di esercizio.

 
TAGLI AGLI ORGANICI DEL PERSONALE ATA: LE OO.SS. CHIEDONO UN INCONTRO AL MINISTRO GIANNINI
Martedì 16 Giugno 2015 08:58

Sempre a seguito dell’informativa avvenuta nell’incontro al MIUR dell’11 giugno scorso, le OO.SS. del Comparto Scuola, dopo aver chiesto unitariamente l'attivazione di un tavolo di concertazione sugli organici ATA – che abbiamo riportato nel N.S. n.100 di venerdì scorso -, hanno inviato al Ministro la richiesta di incontro urgente che trascriviamo:

Roma, 12 Giugno 2015 Al Ministro Stefania Giannini M.I.U.R Viale Trastevere, 76/a 00156 Roma Oggetto: Richiesta incontro urgente

Le scriventi Organizzazioni sindacali chiedono un incontro urgente in relazione agli annunciati tagli agli organici del personale ATA, convinte che sia più che mai indispensabile non compromettere con un ulteriore impoverimento di risorse la possibilità di far fronte alle effettive esigenze della scuola dell’autonomia, possibilità che va invece adeguatamente sostenuta a partire dalle necessarie modifiche a quanto previsto dalla Legge di Stabilità, come da tempo viene rivendicato. Nel dare conto che a seguito dell’incontro di informativa avvenuto il giorno 11 giugno, avente ad oggetto l’organico del personale ATA per l’anno scolastico 2015/2016, le scriventi Organizzazioni sindacali hanno inviato alla Direzione del Personale della Scuola in data odierna la richiesta di attivazione del tavolo di concertazione ai sensi dell’art.5 del vigente CCNL di comparto, si ribadisce il netto dissenso già espresso in tale seduta verso ulteriori riduzioni a una dotazione organica di diritto già dimostratasi insufficiente a garantire il regolare funzionamento delle istituzioni scolastiche. E’ evidente, oltre all’incongruità, anche l’impossibilità per la scuola di sopportare il taglio di 2020 posti tra assistenti amministrativi e collaboratori scolastici, quando nell’anno scolastico in corso già si è reso necessario, per garantire il normale funzionamento del servizio scolastico, un incremento di quasi 5000 posti in organico di fatto. Confidando in un sollecito riscontro, data l’urgenza delle questioni che vengono poste, si porgono distinti saluti

FLC CGIL (Domenico Pantaleo) CISL Scuola (Francesco Scrima) UIL Scuola (Massimo Di Menna) SNALS Confsal (Marco Paolo Nigi) GILDA Unams (Rino Di Meglio)

 
HANNO DETTO ANCHE DI NOI: Orizzonte Scuola, Il Messaggero di Rieti, Il Corriere di Rieti
Domenica 14 Giugno 2015 10:05

ORIZZONTE SCUOLA

http://regioni.orizzontescuola.it/2015/06/16/a-rieti-fermiamo-la-riforma-organizzato-da-snals/

IL CORRIERE DI RIETI

IL MESSAGGERO DI RIETI

 
* DDL “LA BUONA SCUOLA” GOVERNO BATTUTO AL SENATO. NIGI: “I NOSTRI TIMORI SI RILEVANO FONDATI” – COMUNICATO STAMPA
Mercoledì 10 Giugno 2015 08:02

Roma, 9 giugno 2015 - “Le preoccupazioni espresse in più occasioni e da tempo dallo Snals-Confsal in relazione ai dubbi sulla costituzionalità di alcuni aspetti del ddl, hanno trovato conferma nel voto in Commissione Affari Costituzionali al Senato” – ha dichiarato Marco Paolo Nigi segretario generale Snals-Confsal. “Questo voto rende indispensabile – ha continuato Nigi – lo scorporo, in un provvedimento d’urgenza di un piano pluriennale, per la stabilizzazione di tutto il personale precario.”

 
AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO – OPERAZIONE DI CARATTERE ANNUALE – EMANATI NOTA MIUR E D.M. . ENTRO IL 2 LUGLIO LE DOMANDE
Venerdì 05 Giugno 2015 16:20

Vi comunichiamo che il MIUR ha emanato, in data 4/6/2015, la nota 16480, indirizzata ai direttori regionale degli USR, con la quale trasmette il D.M. 325 del 3/6/2015. Tale D.M. disciplina, con effetto dall'a.s. 2015/16, le operazioni annuali di:

  • scioglimento della riserva da parte degli aspiranti già inclusi con riserva perché in attesa di conseguire il titolo abilitante e che conseguono l'abilitazione entro il 30 giugno 2015. A tal fine gli interessati dovranno compilare, con modalità web, il modello 2, ai sensi e con le modalità previsti dall’art. 4 del D.M.;
  • acquisizione dei titoli di specializzazione per il sostegno nei riguardi di aspiranti già inclusi in graduatoria, che conseguono il titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2015. A tal fine gli interessati devono compilare, con modalità web, il modello 4, ai sensi e con le modalità previsti dall’art. 4 del D.M.;
  • presentazione dei titoli di riserva posseduti al 30 giugno 2015 per usufruire dei benefici di cui alla Legge 12 marzo 1999, n. 68 e successive modificazioni ed integrazioni, in applicazione del comma 2 quater dell'art. 14 della Legge 24 febbraio 2012 n. 14. A tal fine gli interessati devono compilare, con modalità web, il modello 3, ai sensi e con le modalità previsti dall’art. 4 del D.M.;

Inoltre, ai fini delle assunzioni sui posti riservati, devono dichiarare di essere iscritti, alla data di presentazione delle domande, nelle liste di collocamento obbligatorie previste all’art. 8 della L. n. 68/99.  Le domande, corredate dalle relative dichiarazioni sostitutive di certificazione, dovranno essere presentate esclusivamente, mediante modalità telematica, nell'apposita sezione "Istanze on line" del sito internet del Ministero (www.istruzione.it) entro il giorno 02 luglio 2015 (entro le ore 14,00), a partire da un termine di apertura della presentazione delle domande, che sarà successivamente comunicato dal Ministero.

 
Mobilità scuola secondaria di I grado A.S.2015/2016
Venerdì 29 Maggio 2015 08:00

TRASFERIMENTI E PASSAGGI PERSONALE DOCENTE DI RUOLO A.S. 2015/16

DECRETO

 
Pubblicazione decreti Posti comuni e sostegno Scuola Primaria-Elenco Trasferimenti e Passaggi del personale docente di ruolo della Scuola Primaria- a.s. 2015-16
Venerdì 29 Maggio 2015 07:00

TRASFERIMENTI INTERPROVINCIALI docenti di ruolo SCUOLA PRIAMRIA 2015/16

TRASFERIMENTI E PASSAGGI docenti di ruolo SCUOLA PRIMARIA 2015/16

DECRETO PRIMARIA 2015/16

RETTIFICA DECRETO SOSTEGNO PRIMARIA 2015/16

 
UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L'ANNO SCOLASTICO 2015/16 – EMANATA NOTA MIUR PER PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Venerdì 22 Maggio 2015 18:24

Il 19 maggio 2015, il Miur ha emanato la nota 15379, avente per oggetto: “Utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed A.T.A. per l'anno scolastico 2015/16. Trasmissione ipotesi CCNI e presentazione domande.”. Con la stessa sono state definite le date di presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria come appresso riportato:

  • dal 15 al 30 giugno personale docente della scuola dell'infanzia e della primaria (le relative domande saranno presentate esclusivamente tramite la modalità istanze on-line;
  • dal 1° al 15 luglio personale docente della scuola di I e II grado (le relative domande saranno presentate esclusivamente tramite la modalità istanze on-line);
  • dal 1° al 15 luglio personale educativo e docenti di religione cattolica;
  • entro il 10 agosto personale A.T.A.

Per le domande per la scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado, formulate on-line, saranno definite ulteriori istruzioni con guide operative sul portale istanze on-line; invece le domande relative al personale educativo, ai docenti di religione cattolica e al personale ATA saranno prodotte in cartaceo con le modalità appresso riportate. Le domande di utilizzazione vanno indirizzate all'Ufficio territorialmente competente della provincia di titolarità, per il tramite del dirigente scolastico dell'istituto di servizio. Le domande di assegnazione provvisoria e di utilizzazione in altra provincia vanno presentate direttamente all'Ufficio territorialmente competente della provincia richiesta e, per conoscenza, all'Ufficio territorialmente competente della provincia di titolarità. Nel caso di domande presentate con modalità on-line andranno inviate esclusivamente all'Ufficio territoriale della provincia di destinazione; il sistema informativo informerà l'Ufficio territoriale della provincia di titolarità. Le domande di utilizzazione e di assegnazione provvisoria degli insegnanti di religione cattolica devono essere presentate alle Direzioni regionali competenti (ossia alle Direzioni Regionali nel cui territorio è ubicata la Diocesi richiesta). Al personale che produca domanda anche per diverso ordine di scuola si applica la data di scadenza del proprio ordine di appartenenza. La documentazione e le certificazioni relative alle domande seguono le disposizioni dell’art. 9 del CCNI per la mobilità (23/2/2015) e dell’art. 4 della O.M. n. 4 del 24/2/2015. Ai fini della valutazione del punteggio per le utilizzazioni gli interessati non devono inviare alcuna documentazione, in quanto la valutazione dei titoli è formulata dalla istituzione scolastica di servizio. Ai fini della precedenza nelle operazioni e per la documentazione dei requisiti per le assegnazioni provvisorie vanno presentate dichiarazioni sostitutive delle certificazioni, ai sensi dell’art. 9 del CCNI 23/2/2015 e della O.M. n. 4 del 24/2/2015, con l’eccezione dei casi in cui, in base a tali disposizioni, va espressamente prodotta una documentazione. Nel caso di domande on-line sarà possibile, per gli interessati, l’invio della documentazione in formato elettronico. La nota emanata in data odierna contiene, al fine di consentire l’operatività, in allegato, l’Ipotesi di CCNI relativa alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’a.s. 2015/2016, sottoscritta il giorno 13/5/2015 e preannuncia agli UU.SS.RR. l’invio del CCNI, non appena lo stesso sarà munito di certificazione, al termine dell’iter di verifica previsto dall’art. 40-bis del D.Lgs. n. 165/2001.

 
COMUNICATO: Per cambiare il ddl sulle scuola decise ulteriori azioni di mobilitazione
Venerdì 22 Maggio 2015 16:54

Il testo del disegno di legge di riforma votato ieri dalla Camera lascia irrisolte molte delle sue più evidenti criticità e non dà risposta alle richieste che stanno alla base di una mobilitazione condivisa e partecipata dall’intero mondo della scuola. Resta dunque ancora la necessità di apportare al testo di legge profondi cambiamenti e si motiva per questo la proclamazione di ulteriori iniziative di lotta sugli stessi obiettivi individuati nella piattaforma dello sciopero generale del 5 maggio:

  • un piano di assunzioni che non può limitarsi soltanto a quanti sono inseriti nelle GAE, escludendo decine di migliaia di docenti e ATA oggi in servizio con contratto a tempo determinato
  • no al potere dei dirigenti di conferire incarichi ai docenti attraverso la chiamata diretta dagli albi territoriali
  • no alla valutazione dei docenti con criteri arbitrari e  la costituzione di commissioni prive delle necessarie competenze
  • regolazione per contratto di tutte le materie che hanno ricadute su aspetti normativi e retributivi a del rapporto di lavoro
  • impegni precisi per il rinnovo del contratto nazionale

Questi obiettivi verranno riproposti in tutte le sedi di confronto nelle quali i sindacati saranno impegnati, alla luce di quanto convenuto a Palazzo Chigi il 12 maggio, a partire dall’incontro di lunedì 25 maggio con la ministra Giannini al MIUR, e successivamente con  le audizioni al Senato e l’ulteriore incontro col governo, puntando a ottenere i necessari cambiamenti al testo di legge. A tal fine le segreterie di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Fgu  proclamano lo sciopero della prima ora di servizio per tutti gli scrutini in ciascuna delle prime due giornate di svolgimento delle operazioni, le cui date sono individuate in relazione al calendario adottato da ogni singola istituzione scolastica, con esclusione delle classi terminali dei cicli di studio. Lo sciopero del personale docente coinvolto nelle operazioni di scrutinio avverrà nel pieno rispetto delle disposizioni di legge e contrattuali, salvaguardando le legittime aspettative di studenti e famiglie. Per il personale docente della scuola dell’infanzia, il personale educativo e il personale ATA lo sciopero si effettuerà nella prima ora di servizio (e nell’ultima, in caso di turno pomeridiano) delle giornate individuate per la scuola in cui presta servizio. Proseguiranno le iniziative organizzate a livello territoriale e nelle scuole per un’azione costante di informazione e coinvolgimento  dei cittadini  sulle ragioni e sugli obiettivi della mobilitazione; si darà inoltre vita nella giornata di venerdì 5 giugno, con inizio alle 21, ad una iniziativa dal titolo “La cultura in piazza” con fiaccolate che avranno luogo contemporaneamente in tutte le principali città italiane. Nei prossimi giorni verranno diffuse più puntuali indicazioni operative su tutte le iniziative previste.

 
I° scheda di approfondimento ddl n. 2994 approvato alla Camera dei Deputati il 20/05/2015
Mercoledì 20 Maggio 2015 18:29

A chi è rivolto il provvedimento: Ai docenti vincitori presenti alla data di scadenza per la presentazione della domanda di assunzione nelle graduatorie del concorso a cattedra 2012; agli iscritti a pieno titolo, alla data di  entrata in vigore della presente legge nelle GAE del personale docente.

Gli  idonei: Al testo del DDL  è stato aggiunto un emendamento che estende l'assunzione di tutti gli idonei vincitori del concorso a cattedre 2012 anche "per gli anni successivi" al 1° settembre 2016 "sino all'esaurimento dei soggetti aventi titolo". Quindi anche per coloro che non verranno assunti al 1° settembre 2016.(su questo punto non riusciamo ancora a decodificare la decisione assunta)- Gli interessati dovranno presentare apposita istanza per essere assunti ed in essa dovranno esercitare l’opzione di scelta nel caso facessero parte di entrambe le categorie degli aventi titolo. Rimane il limite dell'assunzione nel 50% dei posti vacanti e disponibili dell'organico dell'autonomia:

  • i vincitori delle GM nell 'ambito della regione della graduatoria di merito;
  • gli iscritti nelle GaE nell'ambito della provincia relativa alla graduatoria in cui sono iscritti

La modalità di  assunzione I docenti che saranno assunti con il Piano straordinario di assunzioni 2015 potranno (dovranno) scegliere l'ordine di preferenza tra immissione in ruolo su sostegno o su posto comune. Il testo modificato( comma 5 dell'art. 10) prevede: gli aventi titlo alla stabilizzazione esprimeranno:

  • l'ordine di preferenza tra i posti di sostegno (se  specializzati) e quelli comuni.
  • l'ordine di preferenza tra tutti gli ambiti territoriali

Ecco finalmente che sono usciti allo scoperto il ruolo nazionale delle graduatorie infatti si procederà seguendo l'ordine delle province (GAE della provincia/regione per il concorso) per altre provincie secondo il tipo di posto e l'ordine di preferenza.

Procedura di assunzione Si inizia dalla classe di concorso con maggiore punteggio, a parità di punteggio prevale il grado di istruzione superiore (stessa modalità per i posti di sostegno). Nel caso in cui risultassero  indisponibili i posti degli ambiti territoriali indicati (dovranno comunque essere tutti indicati) non si procederà  all'assunzione. E’ stata approvata una norma transitoria che prevede in questo caso la permanenza nelle graduatorie.

La proposta di assunzione non potrà essere rifiutata, pena la  cancellazione dalle graduatorie.Non sono previste stabilizzazioni per l’infanzia  sarebbero 23.000 esclusi ma poi inseriti nel “progetto 0-6). Questo è quanto si capisce dalla delega di cui all’art.23 relativa al sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino ai sei anni, è stato previsto che lo stesso è riferito ai servizi educativi per l'infanzia e a tutte le scuole dell'infanzia (invece che alle sole scuole dell'infanzia statali).

EsclusiTutti coloro i quali pur presenti in graduatorie risultassero già assunti in qualità di docente a T.I.

Mobilità a.s.2016/17 Sarà avviato un cosiddetto  piano straordinario di mobilità territoriale e professionale su tutti i posti vacanti dell'organico dell'autonomia, rivolto ai docenti assunti a tempo indeterminato entro l'anno scolastico 2014/2015. A seguire, i docenti assunti a tempo indeterminato con decorrenza 2015/2016 partecipano per l'anno scolastico 2016-2017 alle operazioni di mobilità su tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale, ai fini dell'attribuzione dell'incarico triennale.

Le assegnazioni provvisorie interprovinciali anche per assunti entro 2014 in deroga al vincolo triennale Per il solo anno scolastico 2015-2016 i docenti assunti a tempo indeterminato entro l'anno scolastico in corso, "anche in deroga al vincolo triennale" di permanenza nella provincia, possono "richiedere l'assegnazione provvisoria interprovinciale". L'art. 23  delega il governo ad adottare, entro 18 mesi dalla data di entrata in vigore della legge, decreti legislativi finalizzati alla riforma di differenti aspetti del sistema scolastico, nonché alla redazione di un nuovo testo unico delle disposizioni in materia di istruzione. Sono state eliminate - oltre alle deleghe su autonomia scolastica, dirigenti scolastici, Its, ausili digitali per la didattica - anche quelle concernenti la governance della scuola e gli organi collegiali. Inoltre, è stata profondamente modificata la delega concernente l'accesso all'insegnamento nella scuola secondaria. Nello specifico:

  • in un concorso nazionale riservato a chi possieda un diploma di laurea magistrale o, per le discipline artistiche e musicali, un diploma accademico di secondo livello, coerente con la classe disciplinare di concorso;
  • nella stipula con i vincitori di un contratto retribuito di formazione e apprendistato professionale a tempo determinato, di durata triennale;
  • nel conseguimento, nel primo anno di contratto, di un diploma di specializzazione all'insegnamento secondario;
  • nell'effettuazione, nei due anni successivi al conseguimento del diploma, di tirocini formativi e graduale assunzione della funzione docente;
  • alla conclusione del periodo di formazione e apprendistato professionale, valutato positivamente, sottoscrizione del contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Altre modifiche apportate hanno riguardato la delega relativa agli studenti con disabilità e bisogni educativi speciali. In particolare, è stato previsto che la revisione delle modalità e dei criteri relativi alla certificazione deve essere volta a individuare le abilità residue, che occorre rivedere i criteri di "inserimento nei ruoli per il sostegno didattico", al fine di garantire che lo studente con disabilità abbia per l'intero ordine o grado di istruzione il medesimo insegnante di sostegno (l'intenzione sembrerebbe, dunque, quella di prevedere dei ruoli separati per i docenti di sostegno), che occorre garantire l'istruzione domiciliare per i minori con disabilità soggetti all'obbligo scolastico, qualora siano temporaneamente impediti per motivi di salute a frequentare la scuola.

Relativamente alla delega relativa al sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino ai sei anni, è stato previsto che lo stesso è riferito ai servizi educativi per l'infanzia e a tutte le scuole dell'infanzia (invece che alle sole scuole dell'infanzia statali). Inoltre, è stato specificato che la revisione delle modalità di valutazione e certificazione delle competenze degli studenti riguarda il primo ciclo e che la revisione delle modalità di svolgimento degli esami riguarda sia il primo che il secondo ciclo.

È stata anche introdotta una delega per la promozione e la diffusione della cultura umanistica, la valorizzazione del patrimonio e della produzione culturale, musicale, teatrale, coreutica e cinematografica, il sostegno della "creatività connessa alla sfera estetica". Con riferimento alla procedura per l'adozione dei decreti legislativi, è stato previsto il coinvolgimento della Conferenza unificata (anziché della Conferenza Stato-Regioni).

Rimangono ancora grossi dubbi interpretativi riguardo le modalità del  reclutamento  ma non solo, rimane inoltre immutato in noi la richiesta di sostanziali modifiche che si cercherà di apportare al Senato.

Pertanto continua la mobilitazione e presto verranno comunicate le ulteriori azioni a sosegno

 
IL TAR LAZIO ACCOGLIE IL RICORSO DELLO SNALS-CONFSAL. IL MIUR COMMISSARIATO PER IL RIORDINO DELL’ORARIO D’INSEGNAMENTO NEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI - COMUNICATO STAMPA
Venerdì 08 Maggio 2015 07:05

Roma, 7 maggio. La recentissima vittoria legale dello Snals-Confsal costringerà il Ministero dell’Istruzione a rivedere il proprio operato sulla riduzione degli orari d’insegnamento negli istituti tecnici e professionali, pena il commissariamento. Il Tar Lazio, sez. III bis (presidente estensore dott.ssa Pierina Biancofiore), con decisione n. 6438/2015 ha infatti ordinato al Miur di dare esecuzione alla sentenza n. 3527/2013, che aveva annullato le disposizioni amministrative di riduzione dell'orario scolastico per le cosiddette materie professionalizzanti negli istituti tecnici e professionali, emanate nel 2010 dal Ministero dell’Istruzione, in ragione della mancata adozione dei criteri di riduzione. Nel caso in cui il Miur non dovesse adeguarsi alla pronuncia del giudice amministrativo entro 30 giorni, sarebbe commissariato. Il Tar, infatti, ha già nominato il Prefetto di Roma quale commissario ad acta per sostituirsi al Ministero inadempiente. La sentenza è stata resa su ricorso dello Snals-Confsal, assistito dagli avvocati Mirengh e Viti. Al riguardo, il segretario generale Marco Paolo Nigi ha dichiarato: “Ancora una volta, nonostante una sentenza favorevole passata in giudicato, siamo stati costretti a ricorrere allo strumento giudiziario per la tutela degli insegnanti e la salvaguardia del livello qualitativo della formazione degli alunni. Il nostro impegno è stato premiato.”.

RIDUZIONE DELL'ORARIO DI INSEGNAMENTO NEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI –ACCOGLIMENTO DEL RICORSO DELLO SNALS-CONFSAL PER L’OTTEMPERANZA (cliccare per visualizzare)

 
PEREQUAZIONE PENSIONI ANNI 2012 E 2013 – SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE
Giovedì 07 Maggio 2015 10:34

La Corte Costituzionale, con Sentenza n. 70 del 10/3/2015, depositata in Cancelleria il 30/04/2015, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 24, comma 25, del D.L. 6/12/2011, n. 201 ( disposizioni urgenti per la crescita, l’equità ed il consolidamento dei conti pubblici), convertito con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della L. 22/12/2011, n. 214, nella parte in cui prevede che “in considerazione della contingente situazione finanziaria, la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall’art. 34, comma 1, della L. 23/12/1998, n. 448, è riconosciuta, per gli anni 2012 e 2013 esclusivamente ai trattamenti pensionistici di importo complessivo fino a tre volte il trattamento minimo INPS nella misura del 100%”. La consulta si è espressa sui giudizi di legittimità costituzionale della norma suddetta promossi dal Tribunale ordinario di Palermo, sezione lavoro, con ordinanza del 6/11/2003, dalla Corte dei Conti, sezione giurisdizionale per la regione Emilia Romagna, con due ordinanze del 13/05/2014, e dalla Corte dei Conti, sezione giurisdizionale per la regione Liguria, con ordinanza del 25/7/2014, rispettivamente iscritte ai numeri 35, 158, 159 e 192, del registro ordinanze 2014 e pubblicate nella G.U. della Repubblica, n. 14, 41 e 46, prima serie speciale, dell’anno 2014. Secondo la Corte Costituzionale sono stati violati i parametri di cui agli artt. 3, 36, I comma e 38 II comma, della Costituzione, in quanto con la mancata rivalutazione si impedisce la conservazione nel tempo del valore reale della pensione, la sua adeguatezza, e vengono irrimediabilmente vanificate le aspettative legittimamente nutrite dal lavoratore per il tempo successivo alla cessazione della propria attività. Infine, per completezza di informazione, al riguardo si evidenzia, che:

  • per l’anno 2012, l’adeguamento nella percentuale previsionale del 2,6% è avvenuto per la pensione con importo mensile fino a € 1405,05 lordi (3 volte il trattamento minimo INPS). Le pensioni i cui importi mensili erano ricompresi tra € 1405,05 ed € 1441,58, lordi, sono state adeguate fino a tale importo di € 1441,58,lordi, mentre quelle i cui importi erano superiori ad € 1441,58, lordi, non sono state rivalutate;
  • per l’anno 2013, l’adeguamento nella percentuale previsionale del 3% è avvenuto per la pensione con importo mensile fino ad € 1443,00, lordi, (3 volte il trattamento minimo INPS). Le pensioni i cui importi mensili erano ricompresi tra € 1443,00 ed € 1486,29, lordi, sono state adeguate fino a tale importo di € 1486,29, lordi, mentre quelle i cui importi erano superiori ad € 1486,29, lordi, non sono state adeguate;
  • applicando la sentenza della Corte, per le pensioni di importo compreso tra 3 e 5 volte il minimo INPS spetterebbe un incremento del 90% della percentuale prevista (2,6% per il 2012 e 3% per il 2013), mentre per le pensioni di importo oltre 5 volte il minimo INPS spetterebbe un incremento del 75% della percentuale prevista (2,6% per il 2012 e 3% per il 2013);
  • successivamente, in virtù di quanto previsto dalla Legge di stabilità 2014 (Legge 27/12/2013, n. 147, G.U. n. 302 del 27/12/2003) per il triennio 2014/2016, l’indice di rivalutazione delle pensioni si applica in misura percentuali pari:
  1. al 100% per le pensioni il cui importo complessivo sia pari o inferiore a tre volte il trattamento minimo INPS;
  2. 95% per le pensioni il cui importo complessivo sia superiore a tre volte e pari o inferiore a 4 volte il suddetto trattamento;
  3. al 75% per le pensioni il cui importo complessivo sia superiore a 4 volte e pari o inferiore a cinque volte il trattamento minimo;
  4. al 50% per le pensioni il cui importo complessivo sia superiore a cinque volte e pari o inferiore a sei volte il trattamento minimo;
  5. al 40% nel 2014 e 45% per ciascuno degli anni 2015 e 2016, per le pensioni superiori a sei volte il trattamento minimo INPS.
 
Denuncia dei redditi anno 2015 per i redditi 2014.
Giovedì 26 Marzo 2015 20:44

 

 

 

 

Gentile contribuente,

con l’introduzione del cosiddetto mod. 730 precompilato è stata radicalmente modificata la procedura per la dichiarazione dei redditi con accresciuti oneri per noi e  per lo stesso contribuente. Di certo possiamo assicurarvi fin d’ora che rivolgendoti a noi per la compilazione e la trasmissione telematica della dichiarazione 730/2015, sarai tutelata/o al 100% in caso di errori e soprattutto non dovrai più rispondere a richieste di accertamento da parte del fisco*. Per accedere a questa opportunità è necessario che compia i seguenti adempimenti:

  • darci delega a richiedere per tuo conto all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alla tua situazione reddituale da riportare in dichiarazione;
  • consegnarci una fotocopia della carta di identità del soggetto contribuente;
  • consegnare in fotocopia al CAF tutti i documenti riguardanti gli oneri deducibili e detraibili – una particolare attenzione alle spese di ristrutturazione per le quali è indispensabile esibire anche la documentazione relativa agli anni precedenti.

Inoltre informiamo che da quest’anno non è più possibile la presentazione gratuita al CAF del modello precompilato dal contribuente. Il CAF per esplicita disposizione di legge è tenuto alla conservazione della documentazione a base del visto di conformità (redditi e spese) fino al 31 dicembre del IV anno successivo a quello di presentazione. L’elenco completo dei documenti da presentare è disponibile presso le nostre sedi e sul sito internet www.cafconfsal.it. Di seguito le date e gli orari di apertura dei nostri sportelli:

Sede di RIETI

presso SNALS

via Cintia n.59

tel.0746/252616

Sede di POGGIO MIRTETO

presso SNALS

p.zza Martiri della Libertà n.61

tel. 0765/441369

dal LUNEDI' al VENERDI' dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19.00

SABATO dalle ore 10.00 alle ore 12.00

dalle ore 16.30 alle ore 19.30

mese di APRILE: LUNEDI' 27, GIOVEDI' 30

mese di MAGGIO: LUNEDI' 4, GIOVEDI 7, LUNEDI' 11, GIOVEDI' 14, LUNEDI' 18. GIOVEDI' 21.

*Esclusi errori dovuti alle condizioni soggettive riguardo le detrazioni, deduzioni e agevolazioni. IL RESPONSABILE PROVINCIALE Prof. LUCIANO ISCERI

 
AZIONE N. 38 BIS – Ricorso per il riconoscimento del diritto all’immissione in ruolo ed il risarcimento dei danni in favore dei docenti c.d. precari, a seguito della recente sentenza della Corte di Giustizia Europea del 26.11.2014.
Mercoledì 17 Dicembre 2014 20:37

Si forniscono le indicazioni per l’adesione al nuovo ricorso da parte di coloro che risultino avere i requisiti minimi previsti dalla stessa sentenza della Corte Europea. Potranno aderire al ricorso tutti i docenti precari che abbiano avuto un incarico sia da graduatoria ad esaurimento che da graduatoria da istituto:

a) per la durata di almeno 12 mesi all’anno per tre anni scolastici anche non consecutivi pari a 36 mesi complessivi (supplenze annuali);

b) per la durata di almeno tre anni scolastici, pari a 180 gg. per anno scolastico, anche non consecutivi.

Si sottolinea che:

1)   possono aderire al ricorso i docenti che abbiano maturato il servizio in qualsiasi classe di concorso, ivi incluso il sostegno;

2)   ai fini del calcolo dei 36 mesi va considerato incarico annuale sia quello conferito fino al termine delle attività didattiche (30/6) che quello conferito fino al 31/8;

3)   è possibile l’adesione anche per i docenti che hanno maturato il servizio misto e cioè rientrino nell’ipotesi sub a (per un anno scolastico dodici mesi) e sub. b (per gli altri due anni scolastici 180 gg.);

4)   possono aderire al ricorso solo coloro che sono in possesso dell’abilitazione all’insegnamento;

5)   ai fini del raggiungimento dei requisiti di servizio non può essere computato il servizio scolastico svolto presso le scuole private.

La domanda avrà come oggetto sia il riconoscimento del diritto all’immissione in ruolo dei ricorrenti, sia il risarcimento del danno. Il ricorso dovrà essere proposto dinanzi al Giudice del lavoro territorialmente competente. Prima di proporre il ricorso è opportuno che gli interessati inoltrino una istanza – diffida al Ministero dell’istruzione, il cui fac simile è disponibile per tutti gli iscritti allo Snals. Per coloro che maturano i requisiti a conclusione del presente anno scolastico, sarà successivamente predisposto un altro ricorso.

 
SPORTELLO LEGALE GLOBALE:
Martedì 09 Settembre 2014 18:18

CON NOI PER LA TUTELA DEI TUOI DIRITTI!

Leggi tutto...
 
ASSEGNAZIONI DOCENTI
Lunedì 15 Settembre 2014 07:01

Pubblichiamo di seguito una giuda alle Assegnazioni Docenti:

ASSEGNAZIONE DOCENTI

 
Graduatorie G.A.E. DEFINITIVE aa.ss. 2014/2017
Venerdì 22 Agosto 2014 14:46
PRIMARIA PERSONALE ED. INFANZIA I° GRADO 2° GRADO
SOSTEGNO T.I.
GRADUATORIA T.I. GRADUATORIA T.I. GRADUATORIA T.I.
SOSTEGNO T.D. GRADUATORIA T.I. GRADUATORIA T.D. GRADUATORIA T.D. GRADUATORIA T.D.
LINGUA T.I. GRADUATORIA T.D. SOSTEGNO T.D.
SOSTEGNO T.D. SOSTEGNO T.D.
LINGUA T.D. ESCLUSI T.I. SOSTEGNO T.I.
SOSTEGNO T.I. SOSTEGNO T.I.
GRADUAT. T.I. ESCLUDI T.D. ESCLUSI T.D.
ESCLUSI T.D. ESCLUSI T.D.
GRADUAT. T.D. ELENCO ALF. T.I. ESCLUSI T.I.
ESCLUSI T.I. ESCLUSI T.I.
ESCLUSI T.I. ELENCO ALF. T.D. ELENCO ALF. T.I. ELENCO ALF. T.I. ELENCO ALF. T.I.
ELENCO ALF. T.D. ELENCO ALF. T.D. ELENCO ALF. T.D.
 

Rubrica Video del Segretario Provinciale

 10/03 nuovo video   LO SNALS-CONFSAL INTERVIENE A DIFESA DELLA SCUOLA STATALE